Emilio Reforgiato

Blog

Libri

“Il quaderno canguro” di Abe Kōbō

Il quaderno canguro” ( Kangarū Nōto ) di Abe Kōbō sviluppa uno dei temi a lui più cari, quello dell’uomo trasformato progressivamente in un oggetto o in un vegetale, vittima dell’ambiente che lo circonda e che gli nega ogni libertà. Scrittore giapponese ( Tōkyō 1924 – 1993 ). Raggiunse la notorietà nel 1951 con il romanzo “La parete“. I temi principali sviluppati da Abe nelle proprie opere sono la fondamentale irrazionalità della vita moderna, l’isolamento dell’individuo e l’impossibilità di capire e farsi capire dal prossimo. Nel 1986 pubblicò “Le balene corrono verso la morte“, che ottenne vasta risonanza in Giappone e lo confermò come uno degli eredi spirituali di Franz Kafka o Samuel Barclay Beckett.

Un comune impiegato si risveglia una mattina con le gambe ricoperte da germogli di ravanello giapponese, il daikon. In preda al panico, si rivolge a una clinica dermatologica, dove viene operato d’urgenza da una misteriosa equipe medica. Mentre è ancora sotto anestesia, decidono di trasferirlo in un limbo al confine tra i due mondi…

Il quaderno canguro“, 1991, Abe Kōbō
Puoi comprarne una copia cliccando qui

Il quaderno canguro - Abe Kōbō

Share this: